Fisiologia veterinaria e fisiopatologia della riproduzione

Le tematiche di ricerca dell’Unità di Fisiologia e Fisiopatologia Veterinaria, riguardano lo studio delle interazioni tra ambiente, management, alimentazione e benessere in relazione a riproduzione, accrescimento e resilienza. Hanno come oggetto di studio le attività degli assi gonadotropo, somatotropo e ipotalamo-ipofisi-surrene in diversi modelli animali e in diversi stati biologici (gravidanza, pubertà, periodo neonatale ed età adulta). L’Unità si occupa inoltre di indagini cliniche nel settore della andrologia veterinaria, ostetricia e ginecologia degli animali domestici, nonché alle modalità di studio, controllo e sincronizzazione delle funzioni riproduttive e all’applicazione della principali tecnologie e biotecnologie riproduttive. In particolare gli studi riguardano:

-  gli effetti dei cambiamenti ambientali potenzialmente stressanti che abbiano un’applicazione nel lungo periodo. Sulla base dei dati raccolti si sta lavorando sulla ricerca di marker utili a migliorare la valutazione del carico allostatico e della resilienza dell'organismo per una comprensione precoce della potenzialità di recupero in presenza di cambi di stato biologico particolarmente impegnativi come parto e lattazione. Lo studio viene svolto utilizzando matrici che prevedono un limitato impatto all'atto del prelievo, per non alterare lo stato di benessere, ma che siano nel contempo di facile manipolazione, conservazione e invio. L’end-point è quello di individuare marcatori del benessere da validare in campo

- gli effetti di diete sbilanciate e diete correttive in grado di influenzare l’attività ormonale delle ghiandole endocrine e l’omeostasi fisiologica

- la messa a punto e la validazione di metodi analitici utilizzando sistemi immuno-competitivi RIA, EIA e AlphaLISA per la valutazione dell’attività degli assi ipotalamo-ipofisi-surrene, gonadotropo, somatotropo.

- l’andrologia veterinaria e la fisiopatologia della riproduzione nelle specie da reddito; in particolare indagini sulle caratteristiche riproduttive di torelli pezzati rossi in relazione all’età e a fattori nutrizionali, ambientali e sociali diversi

- la valutazione e messa punto di sistemi di conservazione e impiego degli spermatozoi nelle diverse specie animali

- la messa a punto di tecnologie e biotecnologie riproduttive quali l’inseminazione artificiale, la sincronizzazione degli estri e dell’ovulazione, la superovulazione, la raccolta, valutazione, conservazione e trasferimento degli embrioni

- la coltivazione in vitro di tessuti, gameti ed embrioni delle principali specie domestiche di interesse zootecnico.


Membri del Gruppo di Ricerca

  • Alberto PRANDI (Professori Ordinari)
  • Giuseppe STRADAIOLI (Professori Associati)
  • Antonella COMIN (Ricercatori Universitari)


Linee di ricerca

  • Studio della interazione di diete e di variazioni ambientali con il mantenimento dell’omeostasi biologica
  • Individuazione di marker di carico allostatico e resilienza per la valutazione dello stato di benessere e salute dell’organismo
  • Messa a punto e validazione di metodi analitici utilizzando sistemi imuno-competitivi RIA EIA e AlphaLISA per la valutazione dell’attività degli assi ipotalamo-ipofisi-surrene, gonadotropo, somatotropo
  • Fisiopatologia della riproduzione
  • Ricerche sulle tecniche di raccolta, valutazione e conservazione di gameti e embrioni, sulla criobiologia, sulla tecniche di controllo e induzione della riproduzione, sulla coltivazione in vitro di gameti, embrioni e sulla fertilizzazione in vitro degli animali di interesse zootecnico